Le Professioni per l’Homo Ludens 4.0

data di creazione: set 02
Scritto da Natalia Chiaravalloti

Il Festival del Cinema di Cannes ha accolto, anche quest’anno, Espresso Games nello Spazio Italia dell’Hotel Majestic. Espresso Games, software house fondata con sede a Milano, rappresenta una delle aziende che più valorizzano il made in Italy per realizzare prodotti su misura.

L’attuale AD del gruppo ha presentato la nuova slot CINEMA One, seguita da 3Diamonds Fashion Tv, realizzata per il noto canale televisivo. I due nuovi prodotti hanno portato in alto il nome di Espresso Games, “i sarti del gambling” che sviluppano prodotti audiovisivi sfruttando gli stessi meccanismi dell’azienda cinematografica. Da un po’ di tempo si assiste infatti ad una sempre più massiccia migrazione verso le software house dell’iGaming, come nel caso di Espresso Games. Sempre più registi e sceneggiatori, grafici, fonici, ingegneri del suono e linguisti traduttori sono coinvolti in processi di produzione altamente qualitativi, capaci di suscitare interesse tanto dal punto di vista comunicativo quanto dal lato artistico.

Max Rizzo, numero uno di Espresso Games, ed Antonio Falduto, regista, sceneggiatore e docente universitario all’UNINT di Roma, hanno rafforzato ulteriormente questa sinergia, anche dal punto di vista della formazione. Difatti sarà Espresso Games a mettere a disposizione i propri dirigenti aziendali in qualità di docenti nel corso intitolatoLinguaggio del Gambling online”, organizzato dal professionista cinematografico all’interno del Master di I livello “Traduzione e adattamento delle opere audiovisive e multimediali per il doppiaggio e il sottotitolo”, col coordinamento di Falduto. Un evento giunto ormai alla sua ventesima edizione.

Rizzo non ha dubbi su questo: “Espresso Games si espone sempre quando c’é di mezzo la cultura e la formazione. La collaborazione con un docente universitario e professionista del cinema come Antonio Falduto non può che essere accolta con entusiasmo e interpretata come una riconosciuta legittimazione ad operare insieme al mondo accademico e all’industria cinematografica”.

Dal canto suo, Antonio Falduto ha poi chiarito che “A Cannes ho avuto l’opportunità di vedere le fasi di produzione dei giochi online presentati da Espresso Games, a partire dallo storyboard fino al prodotto finale e sono rimasto piacevolmente sorpreso delle similitudini con la produzione di un’opera cinematografica. D’altra parte il connubio tra Gioco online, Cinema e Università è un elemento che di fatto rappresenta una novità soltanto per coloro che non l’hanno osservato prima. Ritengo sia necessario nutrire questa connessione con iniziative che creino reciproche opportunità professionali adeguate all’evoluzione dei tempi. Ben consapevoli di quanta sia ancora delicata la questione del gioco a premi, siamo tuttavia convinti che occorre superare riduttive interpretazioni e preconcetti iniziando proprio dalla formazione di nuovi professionisti in grado di cogliere i vantaggi di un’industria allargata e sviluppare nuove sinergie. Max Rizzo è un professionista di lunga data e ho chiesto e ottenuto la sua diretta partecipazione al corso. Insieme a Tiziana Cannizzaro, Marketing Director presso Espresso Games, introdurranno il mondo dell’iGaming agli studenti attraverso una prospettiva storico-antropologica e politico-economica”.

Coinvolta anche Annalisa Zia, nota linguista specializzata in gambling e co-fondatrice di LingoSpell S.r.L, che si è detta convinta che con questa strada si arriverà a tradurre in italiano un testo originato in altre lingue utilizzando un gergo tipico dell’iGaming con le sue varie declinazioni.