Mineo e i conti del gioco: alla filiera solo l'8% lordo della raccolta

nov 13

Benedetto Mineo, numero uno dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso dell’audizione in Commissione Finanze circa il decreto fiscale allegato alla Manovra di Bilancio ha messo in chiaro le cifre che l’Erario incasserà, complessivamente, dal reparto degli apparecchi da intrattenimento a vincita limitata, ovverosia le AWP, su cui pesa un totale 71,89% di giocate effettuate dagli italiani. Dal prossimo anno, infatti, su questa sfera del gioco legale peserà un ulteriore aumento, il terzo in un anno.

Preu slot machine e vlt. Le proiezioni del 2019

Negli anni, soprattutto nei 18 mesi di Conte1, su AWP e VLT è andato a gravare un pesante aumento del PREU, rispetto a quanto era stato previsto nell'attimo della concessione. Mineo ha elencato, dal 2014 al 2019, ben cinque provvedimenti legislativi a danno degli apparecchi da intrattenimento.

  • L’aliquota, infatti, sulle AWP è al 23%, con il payout al 68%: si tratta di una aliquota effettiva, sui ricavi lordi della filiera, che è pari al 71,87% per cui resta un margine, per la filiera del 28,13%. La raccolta attesa per il 2019, invece, è di 23,084 miliardi, per cui il margine della filiera dovrebbe essere ferma a 7,38 miliardi, di cui 5,3 destinati al PREU e i restanti 2,08 miliardi per la remunerazione lorda della filiera.
  • Gli addetti della filiera, ovverosia 150.000, prendono meno dell’8,7% della raccolta di gioco complessiva, per quel che concerne le slot machine a vincita limitata.
  • E le vlt? L’aliquota PREU è al 9%, come previsto dal decreto fiscale, considerando un payout medio di mercato dell’86,73%: una aliquota per ricavi lordi pari al 67,82% per cui una residua per l’intera filiera del 32,18% di margine. La raccolta attesa per il 2019 è di 24,354 miliardi, il margine della filiera è pari a 7,83 miliardi, di cui 5,3 miliardi destinati al PREU e la differenza, di 2,52 miliardi, per la remunerazione lorda della filiera.

Lo stesso Mineo ha poi evidenziato come il decreto vada ad intervenire sui tempi per l’introduzione di una nuova tipologia di apparecchi, le slot machine AWPR: “Il provvedimento interviene sulla tempistica precedentemente fissata per la sostituzione degli apparecchi da intrattenimento del tipo AWP di vecchia generazione con la versione più evoluta AWPR che, pur avendo software a bordo, sono in parte governati “da remoto”, con una tecnologia che rende più difficili le frodi a danno dell’Erario - ha detto – e l’immissione nel mercato della nuova tipologia di apparecchi presuppone l’adozione di un decreto ministeriale contenente le regole tecniche di produzione, il cui iter con notifica agli Organismi unionali non si è ancora concluso, la disposizione fissa nuove scadenze per l’entrata in funzione degli apparecchi con controllo del gioco da remoto fissando un termine che tiene conto della tempistica stimata per la produzione delle nuove macchine”. Un tempo stimabile tra sette o otto mesi e, per conseguenza, viene stabilito al nono mese successivo alla data di pubblicazione del decreto ministeriale sopracitato. Dopodiché, ovviamente, niente più rilasci di nulla osta per le “vecchie” AWP e, al dodicesimo mese successivo alla data di pubblicazione il termine ultimo per la dismissione dei menzionati apparecchi AWP.

Le novità introdotte dalle Slot Machine AWPR

Con l’introduzione dei nuovi apparecchi AWPR ci saranno anche notevoli innovazioni tecnologiche, su tutte l’utilizzo della tessera sanitaria e i limiti orari sugli apparecchi, per prevenire il gioco patologico-minorile. Ma anche la possibilità di definire preventivamente un limite di importo da giocare e/o un tempo massimo di utilizzo, - come già avviene nelle slot machine online con soldi veri - la visualizzazione di messaggi con i quali si segnala al giocatore il superamento della soglia relativa all'importo giocato, l’obbligo di esposizione, su ciascun apparecchio, delle indicazioni del costo della partita e delle regole del gioco, messaggi ed avvisi finalizzati al “gioco responsabile”, l’autorizzazione del gioco solo da remoto, come ha precisato ancora una volta Mineo.