Boom e similitudini tra mobile gaming e slot machine online

data di creazione: gen 12
Scritto da Luigi Fontana

È un vero e proprio boom quello del mobile gaming, che si è affermato come uno dei settori più interessanti e aperti all'innovazione di tutto il comparto dell'intrattenimento. Grazie all'arrivo negli store di smartphone e tablet sempre più performanti e alla decisione dei grandi brand di puntare in maniera decisa su giochi per dispositivi di ultima generazione, il comparto ha toccato il 60% del mercato gaming globale nel 2019 e alla fine del 2020 ha quasi toccato la cifra record di 100 miliardi di introiti.

Un trend di crescita impressionante che ci proietta direttamente nel futuro, partendo dai padri di questi giochi, come Snake sul mitologico Nokia, per poi passare a una serie di puzzle, arcade games e vari classici come Prince of Persia, Pac Man, Time Crisis Mobile.

La portabilità è sicuramente uno dei punti forti di questo successo, perché soddisfa il concetto di illimitata disponibilità e consente agli appassionati di avere sempre i giochi a portata di mano in qualsiasi luogo o situazione. La portabilità è anche uno dei punti forte delle slot machine online e dei migliori casinò online, che hanno assistito negli ultimi anni ad una migrazione degli utenti dal desktop verso il mobile.

Ma parlando di pietre miliari del mobile gaming, impossibile dimenticare Pokémon Go, che, lanciato nel 2016, ha marcato una crescita significativa del mobile gaming, segnando una vera e propria era e rappresentando un mix tra il vecchio videogioco, la realtà aumentata e la geolocalizzazione. Il meccanismo del gioco è molto semplice: utilizzando una connettività stabile e il GPS del proprio smartphone, Pokémon Go manda i giocatori alla ricerca dei piccoli protagonisti. Scopo del gioco infatti è completare la collezione personale di Pokémon e diventare il miglior allenatore al mondo. Gli utenti si possono spostare, tra casa e lavoro grazie al GPS: i luoghi d’interesse, che lo circondano, come musei, monumenti, chiese e ospedali si sono trasformati in “Pokéstop” e “palestre”. Una vera e propria rivoluzione che è esplosa dal rilascio sugli store Android e iOS: nel 2016 è stato primo in classifica come app più remunerativa ed è diventato la parola più cercata su Google.

Il successo di Pókemon Go è paragonabile a quello riscontro nel gaming da Book of Ra Deluxe, gioco prodotto da Novomatic, che ha introdotto le prime innovazioni importanti a livello di game play al settore delle slot machine online. Book of Ra Deluxe ha fatto da precursore alla nascita di altri titoli ambientati in Egitto, su tutti Book of Dead, all’innovativa slot Gonzo’s Quest, la prima slot 3D nella storia del gambling, fino ad arrivare al capolavoro Street Fighter 2, titolo prodotto da NetEnt che non ha nulla da invidiare alla versione classica del gioco prodotto da Namco.

Allo stesso modo di Pokemon Go e dei suoi fratelli, le slot machine online su mobile hanno fatto breccia nel cuore degli utenti italiani. Oltre alla portabilità, il fattore che ha maggiormente contribuito alla loro popolarità è la possibilità di giocare gratuitamente su diversi siti internet e sulle piattaforme di casinò online regolamentate dall’AAMS. L’effetto freemium è analogo a quello delle altre categorie di gioco presenti sulla Rete, come analogo è il processo di compatibilità grafica tra le versioni desktop e mobile. Il lavoro svolto dagli sviluppatori ha permesso di lanciare sul mercato mobile titoli con un gameplay paragonabile alle versioni per computer.

Così si è evoluto l’universo del Gaming a portata di mano: in pochi anni il passaggio da piccoli studi di sviluppo all'arrivo di produzioni mastodontiche, supportate dagli investimenti dei grandi publisher. Questi, ovviamente, hanno intravisto l'opportunità di ingenti guadagni, derivanti da modelli di business sino a pochi anni fa impensabili per compagnie come Bandai, Epic Games, EA, Warner Bros, Square Enix, Ubisoft, Nintendo.

Oggi, Minecraft, Fortnite, Mario Kart Tour, Call of Duty Mobile, veri e propri fenomeni, famosi e diffusi tra i giovanissimi, destinati, probabilmente, a diventare i futuri colossi. Le stime parlano di cifre piuttosto alte a livello di penetrazione globale: entro il 2021, il mobile gaming potrebbe coprire quasi il 60% del mercato totale del settore: Potenza, Velocità e Compatibilità le tre parole chiave.