Al via l’era Draghi: come cambia il mondo del gioco italiano

Al via l’era Draghi: come cambia il mondo del gioco italiano

17 Febbr 2021

Al via l’era Draghi: come cambia il mondo del gioco italiano

Meno di un mese, il tempo della crisi di governo avviata da Matteo Renzi. E poi al via l’era Draghi, con l’Esecutivo presentato dall’ex numero uno della BCE comprendente 23 ministri, tra conferme e graditi ritorni. Si aprono così migliori speranze per il gioco.

Alla fine tutti i partiti politici sono stati accontentati e ogni dicastero si appresta a giocarsi la partita della vita col Recovery Fund. Sarà coinvolto ovviamente al MEF, ora guidato da Daniele Franco, tecnico di grandissimo profilo e draghiano della prima ora. Ma anche il ministero ecologico, affidato a Roberto Cingolani, e quello digitale di Vittorio Colao, già capo della task force durante il Conte II. E se manca un ministero per i rapporti con l’Unione Europea, per questo ci pensa Draghi, massima garanzia in merito. Cambierà qualcosa per il gioco pubblico? E cosa, di preciso?

All’indomani della dichiarazione della squadra di governo, le premesse sono state mantenute e gli operatori legali hanno potuto sorridere. Prima di tutto perché decade ufficialmente la linea populista e filo-ideologica che ha avuto vita facile nei due precedenti esecutivi guidati da Giuseppe Conte. Il nuovo Esecutivo, europeista e concreto, è una garanzia per il settore e per tutti gli altri. In attesa di un ritorno alla normalità che, di certo, appare più concreto. Tra i Ministri c’è poi chi ha già maturato la sua esperienza in materia di gioco pubblico: il numero uno del Turismo, Massimo Garavaglia, a Giancarlo Giorgetti, oggi al Mise, fino a Renato Brunetta, ministro della PA.

Finalmente si tornerà sui temi, perlopiù strategici, che fanno sperare in tante novità. Ci vorrà sinergia tra i vari dicasteri, non solo col MEF ma anche col MISE e la PA, settori che dovranno guardare al gioco da vicino, anche tramite l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, tenendo anzitutto conto dell’innovazione e della tecnologia alla base del gioco pubblico italiano. Ci vorrà comunque, prima di tutto, una buona dose di dialogo tra le varie forze in campo.

Puntando su tecnologia e digitale i benefici per il settore, soprattutto dei lista casino online, potrebbero essere esagerati al di là delle innovazioni in termini di prodotto. Con le nuove tecnologie, di cui è garanzia Colao, oltre a nuovi servizi potrebbero essere implementate anche altre soluzioni di controllo e gestione di giochi, anche in termini di prevenzione e tutela dei consumatori. Insomma, il settore potrebbe fare un autentico salto di qualità verso una piena sostenibilità. E perché no: puntando ad una riforma generale e al riordino. Una promessa che non può essere disattesa.

matteo Logo

Vittorio Perrone

Giornalista pubblicista poliedrico. Si occupa per Giochidislots della redazione di articoli, report e infografiche sul settore del gioco legale italiano e internazionale. Collabora attivamente anche con il quotidiano online sportivo SpazioNapoli e il magazine Sportcafe24.com

30
Apr

Virtual Games, anche su StarCasinò sbarca la nuova frontiera del betting...

Nel 2021 il settore dei virtual games rischia di essere uno dei più produttivi per le piattaforme di betting. Ma cosa sono esattamente i Virtual Games? Si tratta della versione int...

Scritto da: Vittorio Perrone
16
Mar

Viaggio nel mondo delle VLT, l’alter ego delle slot machine...

Fino a qualche anno fa le Vlt (video lottery terminal) non erano molto diffuse in Italia. In seguito alla regolamentazione del segmento del gioco online nel dicembre 2012 (che le h...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
11
Dic

Usa, il settore del gambling è più grande dell'industria aerea...

Il settore dei giochi riveste un ruolo di primo piano per l’economia. Uno studio condotto dall’American Gaming Association, volto a studiare l’impatto del settore sull’economia deg...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
12
Genn

Un anno di gambling al di fuori delle Alpi. I fatti più importanti del 2015...

Diamo uno sguardo all’anno appena trascorso e andiamo a vedere quali sono le vicende più interessanti che hanno caratterizzato il mercato del gambling europeo e asiatico. Da Londra...

Scritto da: Gennaro Donnarumma