Gamification e advertising: i gamers la preferiscono per premi e ricompense

Ultimo Aggiornamento 4 mar 2023
Gamification e advertising: i gamers la preferiscono per premi e ricompense

I processi di gamification sono sempre più diffusi in vari settori economici e trovano il perfetto connubio al crocevia fra marketing e gaming. I giocatori si dimostrano particolarmente attratti dalle ricompense concrete che vengono loro offerte nel percorso di gioco, anche a costo di investire una piccola somma di tempo investita attività ritenute secondarie.

I dati raccolti da Digital Turbine in Spagna sono inequivocabili: il 65% dei giocatori sceglie il mobile gaming, confermando questo device come metodo preferito fra tutte le fasce di riferimento per interattività, coinvolgimento, sicurezza e rapidità di fruizione. 

Per fornire riscontri ancora più dettagliati, la società di dati e tecnologia specializzata in pubblicità digitale Adsmovil ha analizzato più tipologie di video a disposizione degli utenti durante la loro sessione di gioco, individuando quelli che ottengono una maggiore presa e che collezionano risultati migliori per le aziende di riferimento.

Il 76% dei gamers preferisce gli advertising sottoforma di video in-app

Il formato più efficace per raggiungere i consumatori si è rivelato quello video-in app, che conquista il 76% dei gamers, contro il 66% di quelli che preferiscono il formato display. I dati sono stati raffrontati a quelli della 17ma edizione del report Informe de Calidad de Medios realizzato dalla compagnia di monitoraggio delle campagne digitali IAS, che ha preso in considerazione i primi sei mesi del 2022.

È stato inoltre valutato il rischio del marchio, risultato in discesa: i dati mostrano che, per gli annunci video su dispositivi mobili, è diminuito significativamente a livello globale rispetto all'anno precedente, passando dal 3,6% al 2,4%.

I video che sfruttano la gamification raggiungono l’83% dei consensi

Allo stesso tempo, il 79% dei mobile gamers ha confermato che preferisce vedere video di advertising per ottenere bonus e premi che possano essere utili per avanzare nei giochi, anziché pagare somme in denaro richieste per gli stessi benefit. Questi elementi di gamification sono prediletti dall’83% dei giocatori, che li preferisce agli annunci che non prevedono invece ricompense al termine della visione, segnale forte che questa tipologia di advertising è in grado di creare un legame stretto e fiduciario tra azienda e giocatori.

Per la prima sarà più facile di comprendere perfettamente i bisogni dell’utente, delineandone un profilo preciso, anche in termini di scelte operate. I secondi si troveranno davanti offerte sempre più personalizzate che, invariabilmente, li porteranno a una maggiore fiducia nei confronti del marchio.

Infine, guardando alla distribuzione per fasce d’età, in Spagna i mobile gamers sono per la maggior parte rappresentati da ragazzi fra i 14 e i 29 anni, fascia che ricopre un terzo del totale. Il resto si suddivide equamente tra le fasce d’età 30-49 e 50-65, per un flusso medio di gioco che si aggira fra le 7 e le 10 ore settimanali, per più della metà del campione coinvolto. È

 invece il 71% ad affermare di giocare quotidianamente attraverso il proprio dispositivo mobile.

Le statistiche relative agli annunci video confermano dunque il grande potenziale di interconnessione tra utenti e aziende che può viaggiare attraverso i dispositivi mobili e tramite la gamification.

La gamification nei casinò online italiani

La gamification è già applicata anche nel settore del gambling online, seppure in modo differente, come vi abbiamo parlato in questo articolo sulle slot online. Il fine è sempre quello di conquistare e fidelizzare il giocatore, ma le strategie sono leggermente differenti.

Rimane la costante dell’offerta di elementi premianti, che possano agevolare il percorso dell’utente all’interno della piattaforma di gioco. I casinò online italiani AAMS, ad esempio, offrono un ricco ventaglio di promozioni che si differenziano a seconda delle diverse verticali di gioco, oppure trasversalmente a esse. Nel reparto slot machine online si trovano promozioni settimanali o periodiche anche strettamente connesse a eventuali ricorrenze di calendario. Nel reparto riservato ai giochi di carte da casinò si potrà invece trovare particolari competizioni o missioni da conquistare. Sono poi disponibili ulteriori giochi a quiz con edizioni speciali a cadenza settimanale o giornaliera, che prevedono ulteriori riconoscimenti in credito fruibile su tutti i giochi della piattaforma.

Non mancano, infine, le promozioni di benvenuto, sempre più utilizzate per cercare di convertire nuovi utenti: fra le più note ci sono sicuramente i bonus senza deposito casino, che consentono di iniziare a puntare ai casinò games e ai tavoli verdi senza dover prima impegnarsi con versamenti in denaro, e i bonus cashback, che si impegnano invece a rifondere di eventuali perdite i giocatori novizi.

La gamification rappresenta ormai da tempo un metodo sicuro per la conquista del cliente e ha particolari vantaggi anche per l’impresa. Non solo maggiori ritorni economici negli investimenti delle grandi imprese ma anche sicurezza nel marchio e identità online sempre più delineata, creando un target di gioco sempre più preciso e interattivo. 

Natalia Chiaravalloti

Ruolo: Senior Content Manager
Esperienza: 6+
Specializzazione: Recensioni casinò e news

Esperta nei processi formativi e copywriter specializzata nel settore dei giochi online. Collabora con diversi brand del gambling nella creazione di articoli e recensioni sui migliori operatori di gioco italiani e spagnoli, oltre che ad essere Head Writer di Giochi di Slots.