Gioco, il duro colpo assestato dalla pandemia nelle statistiche finali del 2021

Gioco, il duro colpo assestato dalla pandemia nelle statistiche finali del 2021

10 Genn 2022

Gioco, il duro colpo assestato dalla pandemia. Le necessità e le proposte del settore

La pandemia ha sferrato un duro colpo all’economia mondiale e non ha tralasciato il settore del gaming caratterizzato da un aumento esponenziale del gioco illegale e dalla massiccia migrazione degli utenti dalle sale gioco fisiche al mondo online.

Per avere ben chiara la situazione del comparto gioco vi forniamo alcuni numeri.

  • Nel corso dello scorso anno è stato dimostrato che il 37,8% degli italiani si è cimentato in uno o più giochi legali quali lotto, lotteria, superenalotto, scommesse sportive e non, bingo, giochi online, slot machine.
  • La raccolta complessiva inerente all’anno 2020 è stata di 88,4 miliardi di euro, di cui l’85,3% (75,4 miliardi) è tornata nelle tasche dei giocatori sotto forma di vincite.
  • Il 2020 ha registrato il boom del gioco a distanza e l’imporsi del comparto online su quello fisico, con i casinò online sicuri in grande spolvero. Difatti, la raccolta a distanza ha raggiunto quasi i 50 miliardi di euro contro quella fisica che si è fermata a circa 40 miliardi di euro. Numeri completamente opposti rispetto all’anno prima, quando le cifre della raccolta fisica superavano del doppio quella a distanza.
  • Questa situazione ha portato anche all’aumento del gioco illegale, che nel 2020 è raddoppiato e ha raggiunto un valore pari a 18 miliardi, destinato a superare i 20 miliardi nel 2021.

Raccolta e vincite in calo, gioco illegale in aumento

Come testimoniano i dati la pandemia ha assestato un duro colpo al settore del gioco. La raccolta è diminuita del 20% (-22,2 miliardi di euro) rispetto al 2019 e le vincite sono calate del 17,2% (-15,7 miliardi di euro), il gettito erariale del 36,3% (-4,1 miliardi di euro).

Si stima, inoltre, che circa 1600 attività tra sale giochi e scommesse non hanno ancora riaperto e con molta probabilità non riapriranno nemmeno in futuro. La situazione è peggiorata con l’aumento spropositato del gioco illegale.

Come aiutare il settore: gli obiettivi

Secondo gli esperti per poter fronteggiare la situazione in cui verte il settore del gioco, basterebbero pochi accorgimenti.

Nei numerosi convegni che si sono svolti nell’ultimo periodo sono stati definiti degli obiettivi fondamentali relativi al monitoraggio della condizione in cui verte il settore del gioco nei vari territori, l’esame della legislazione e normativa vigente al fine di dichiararla adeguata o meno, la valutazione e l’impatto di vari fattori quali il proibizionismo o la salute del giocatore.

Si è anche pensato di avanzare proposte che possano agevolare le attività economiche e tutelare la salute pubblica e l’ordine pubblico, e di riconfermare la volontà degli addetti ai lavori e concessionari circa lo svolgimento del proprio ruolo.

Le necessità per il contrasto al gioco illegale

Sulla questione del contrasto al gioco illegale, si è fatto riferimento ad alcune indicazioni emanate nel lontano 2003. A quel tempo, al termine di un’indagine conoscitiva, la Commissione decretò alcune necessità fondamentali. Tra queste il ripristino di un diretto collegamento tra la vendita dei biglietti di concorsi a pronostici, scommesse e lotterie e la destinazione sociale e culturale dei proventi erariali, l’ incremento dell’azione di contrasto del gioco clandestino, l’emanazione di nuovo quadro normativo, la gestione unitaria dell’offerta dei giochi, la gestione dell’apporto degli operatori privati, la riorganizzazione e semplificazione delle normative vigenti.

A queste necessità se ne sono affiancate altre emerse dall’Intesa del 07/09/2019 della Conferenza Stato Regioni Autonomie Locali. Prevedono una maggior definizione delle competenze dei Ministeri, la regolamentazione delle attribuzioni tra i vari enti, la messa in atto di un Testo Unico, il coinvolgimento degli enti locali, il contrasto del riciclaggio di denaro mediante la promozione di un’azione di moral suasion verso il sistema bancario.


miran Logo

Natalia Chiaravalloti

Natalia Chiaravalloti: esperta nei processi formativi e copywriter specializzata nel settore dei giochi online. Collabora con diversi brand del gambling nella creazione di articoli e recensioni sui migliori operatori di gioco italiani e spagnoli. E anche co-founder di un’agenzia specializzata in digital marketing.

30
Apr

Virtual Games, anche su StarCasinò sbarca la nuova frontiera del betting...

Nel 2021 il settore dei virtual games rischia di essere uno dei più produttivi per le piattaforme di betting. Ma cosa sono esattamente i Virtual Games? Si tratta della versione int...

Scritto da: Vittorio Perrone
16
Mar

Viaggio nel mondo delle VLT, l’alter ego delle slot machine...

Fino a qualche anno fa le Vlt (video lottery terminal) non erano molto diffuse in Italia. In seguito alla regolamentazione del segmento del gioco online nel dicembre 2012 (che le h...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
11
Dic

Usa, il settore del gambling è più grande dell'industria aerea...

Il settore dei giochi riveste un ruolo di primo piano per l’economia. Uno studio condotto dall’American Gaming Association, volto a studiare l’impatto del settore sull’economia deg...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
26
Apr

Tutte le novità in materia di giochi contenute nella Manovra-bis del govern...

Il decreto legge “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per ...

Scritto da: Gennaro Donnarumma