Gli effetti delle leggi anti slot sul mercato italiano del gambling

Gli effetti delle leggi anti slot sul mercato italiano del gambling

24 Magg 2015

Iniziano a farsi sentire sul Bel Paese gli effetti delle norme anti slot entrate in vigore nel 2013. Diminuiscono gli introiti e il numero degli apparecchi e aumentano le sanzioni, dove spicca la Campania.

Le leggi regionali e i regolamenti comunali anti-gambling varati nel corso del 2013 non hanno tardato a mostrare i loro effetti nel settore. Gli elementi principali della legislazione anti-GAP riguardavano l’introduzione del marchio slot-free, le distanze minime degli esercizi con macchinette e Vlt dai luoghi sensibili, quali scuole e centri di aggregazione, il divieto di pubblicizzare l’attività e una maggior trasparenza sulla proprietà e la gestione delle sale slot.

Secondo le stime fornite da Agimeg, si parla di una riduzione degli incassi del 10%, considerando che nel 2013 questi ammontavano a 47,8 milioni, contro i 46,9 dello scorso anno. Sono stati disinstallati 33.200 apparecchi - attualmente sono 377mila e nel 2013 se ne contavano 410mila -, si contano 870 milioni di euro di raccolta in meno e gli incassi erariali sono scesi di circa 110 milioni di euro.

Liguria, Lombardia e Puglia sono le regioni che hanno risentito maggiormente in termini di perdite dovute agli effetti dei regolamenti regionali e comunali. In Liguria, una delle prime regioni italiane a dotarsi della legge anti-slot, sono state bandite dal mercato 1600 macchinette, il 13% del parco macchine totale.

Registra un -11,2% la Lombardia che “perde” circa 8mila slot. Segue la Puglia, -10,3%, e il Friuli col -10%. Al primo posto nella classifica in termini di perdita di raccolta, il Lazio, in cui gli incassi vanno sotto di 258milioni di euro e si contano 2500 apparecchi in meno. Segue al secondo posto la Lombardia, che perde 123milioni di incassi, Veneto, -116 milioni di euro, e Sicilia, -110 milioni.

Maggiori controlli e sanzioni

Nel 2014 sono stati effettuati controlli su 22.249 esercizi contenenti le famose macchinette da gioco. Nel 2013 ne erano stati sottoposti a controllo 18.445. Le violazioni penali registrano un calo - 155 contro le 201 del 2013 - così come i sequestri - 93 contro i 218 dell’anno scorso. 110 le persone denunciate alle autorità giudiziarie contro le 161 del 2013, 1038 quelle segnalate contro le 1.498 del 2013.

Le sanzioni amministrative (1930 quelle AAMS e 294 quelle non attribuibili ad AAMS) hanno avuto un importo di oltre 20,3 milioni di euro, contro i 19,2 dell’anno precedente. L’importo complessivo delle sanzioni tributarie è stato di circa 18,9 milioni di euro, contro i 19,3 milioni del 2013.

Sempre nel 2014, secondo i dati del Monopolio di Stato, sono stati 1.577 gli atti di accertamento effettuati nel corso delle attività di controllo sugli apparecchi da intrattenimento e divertimento.

Sul podio delle irregolarità, la Campania, con sanzioni amministrative che si aggirano sui 6,6 milioni di euro su un totale nazionale di 20,3 milioni, pari al 33%. Segue la Sicilia, con 3,5 milioni, il Piemonte con sanzioni per 2,9 milioni di euro, la Lombardia con 1,8 milioni e la Puglia con oltre 1 milione.

tcherokee Logo

Gennaro Donnarumma

Giornalista, @Spazio_Napoli .it e poi Rompipallone.it. Mi piace raccontare ciò che vedo e vivo, a modo mio. Nel tempo libero studio

30
Apr

Virtual Games, anche su StarCasinò sbarca la nuova frontiera del betting...

Nel 2021 il settore dei virtual games rischia di essere uno dei più produttivi per le piattaforme di betting. Ma cosa sono esattamente i Virtual Games? Si tratta della versione int...

Scritto da: Vittorio Perrone
16
Mar

Viaggio nel mondo delle VLT, l’alter ego delle slot machine...

Fino a qualche anno fa le Vlt (video lottery terminal) non erano molto diffuse in Italia. In seguito alla regolamentazione del segmento del gioco online nel dicembre 2012 (che le h...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
11
Dic

Usa, il settore del gambling è più grande dell'industria aerea...

Il settore dei giochi riveste un ruolo di primo piano per l’economia. Uno studio condotto dall’American Gaming Association, volto a studiare l’impatto del settore sull’economia deg...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
12
Genn

Un anno di gambling al di fuori delle Alpi. I fatti più importanti del 2015...

Diamo uno sguardo all’anno appena trascorso e andiamo a vedere quali sono le vicende più interessanti che hanno caratterizzato il mercato del gambling europeo e asiatico. Da Londra...

Scritto da: Gennaro Donnarumma