Libro Blu, le dimensioni del settore del gioco nel periodo 2015-2019

Libro Blu, le dimensioni del settore del gioco nel periodo 2015-2019

17 Sett 2020

Spesa nel settore dei giochi in crescita del 14,4% negli ultimi cinque anni. Nel 2019 slot il maggiore contribuente, ma all’Erario versato il 4,3% in meno rispetto al 2018

Il Libro Blu pubblicato dall’ADM ha valutato anche tutte le dimensioni del settore del gioco nel periodo 2015-2019. Queste ultime hanno seguito un trend crescente in termini di valore: +25,33 per cento per la Raccolta, +27,95 per cento per le Vincite, +14,41 per cento per la Spesa e +29,55 per cento per l’Erario. Il consistente incremento delle entrate erariali è, in particolare, dovuto all’aumento del prelievo sugli apparecchi da intrattenimento, ottenuto a seguito di modifiche legislative in materia che hanno portato, nel solo 2019, ad un aumento complessivo delle entrate erariali del 9,62 per cento.

Il gioco fisico rappresenta il 67,07 per cento rispetto al totale del raccolto del 2019. Tale percentuale nel triennio si sta riducendo (dal 73,45 per cento del 2017 al 67,07 per cento del 2019) in quanto, nonostante il valore del gioco fisico nel triennio di riferimento è stato per lo più costante, pari in media a 75 miliardi di euro (-0,80 per cento nel triennio), è aumentato sensibilmente il gioco a distanza, passando da 27 miliardi di euro nel 2017 a 36 miliardi di euro nel 2019 (+34,74 per cento).

Per quanto riguarda invece gli altri segmenti del gioco legale, nel triennio di riferimento (2017-2019), le “Scommesse virtuali” hanno registrato il maggiore incremento (+22,37 per cento nella Raccolta, +22,03 per cento nelle Vincite e +24,22 per cento nello Speso). I giochi “Giochi a base ippica”, invece, hanno registrato la maggiore diminuzione (-13,36 per cento nella Raccolta, -10,47 per cento nelle Vincite e -20,74 per cento nello Speso).

La spesa netta del gioco fisico nel 2019 è stata di 17,6 miliardi di euro. Fanno da padrone gli apparecchi da intrattenimento, con una spesa di 10,4 miliardi, seguita da Gratta e Vinci e Lotterie (circa 2,5 miliardi) e Lotto (2,3).

Il maggior contribuente dello Stato è stato sempre il settore delle slot che ha portato alle casse erariali 46,7 miliardi, in calo però del -4,3% rispetto ai 48,7 miliardi del 2018.

matteo Logo

Vittorio Perrone

Giornalista pubblicista poliedrico. Si occupa per Giochidislots della redazione di articoli, report e infografiche sul settore del gioco legale italiano e internazionale. Collabora attivamente anche con il quotidiano online sportivo SpazioNapoli e il magazine Sportcafe24.com

30
Apr

Virtual Games, anche su StarCasinò sbarca la nuova frontiera del betting...

Nel 2021 il settore dei virtual games rischia di essere uno dei più produttivi per le piattaforme di betting. Ma cosa sono esattamente i Virtual Games? Si tratta della versione int...

Scritto da: Vittorio Perrone
16
Mar

Viaggio nel mondo delle VLT, l’alter ego delle slot machine...

Fino a qualche anno fa le Vlt (video lottery terminal) non erano molto diffuse in Italia. In seguito alla regolamentazione del segmento del gioco online nel dicembre 2012 (che le h...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
11
Dic

Usa, il settore del gambling è più grande dell'industria aerea...

Il settore dei giochi riveste un ruolo di primo piano per l’economia. Uno studio condotto dall’American Gaming Association, volto a studiare l’impatto del settore sull’economia deg...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
12
Genn

Un anno di gambling al di fuori delle Alpi. I fatti più importanti del 2015...

Diamo uno sguardo all’anno appena trascorso e andiamo a vedere quali sono le vicende più interessanti che hanno caratterizzato il mercato del gambling europeo e asiatico. Da Londra...

Scritto da: Gennaro Donnarumma