PREFERITI

Sisal espande i suoi orizzonti verso il mercato africano e guarda ad un futuro sempre più digitale

Ultimo Aggiornamento 20º dic 2022

Da oltre 75 anni, Sisal opera nel settore dei casino online italiani con efficienza e professionalità, offrendo servizi di qualità e all’avanguardia, non solo per quanto riguarda le scommesse sportive, ma anche i giochi da casinò, lotterie e servizi di pagamento e tenendo sempre ben saldo l’obiettivo di lavorare secondo un approccio responsabile.

Non è un caso che nel corso del suo operato, Sisal, sia riuscita a guadagnarsi la fiducia di oltre 29 milioni di giocatori, non solo in Italia, ma anche all'estero, dove continua a mietere successi e conquistare importanti fette di mercato.

L’ultimo grande passo in avanti della società in “terra straniera”, fa riferimento all'aggiudicazione della gara per la gestione delle scommesse sportive in Marocco, seguita alla vittoria della lotteria nazionale in Tunisia a settembre e alle concessioni in Turchia. 

Per crescere bisogna avere dimensioni sovranazionali. E le scommesse in Marocco sono una straordinaria opportunità. Si tratta di un grande Paese con grandi potenzialità, oltre 38 milioni di abitanti, lo si è visto anche in questi Mondiali in Qatar. Crediamo che possa esserci un ulteriore effetto di trascinamento sui volumi di scommesse”, ha dichiarato Marco Durante, CEO di Sisal, ai microfoni del Corriere della Sera. 

Dal 1° gennaio 2024 Sisal gestirà in Marocco scommesse sportive, giochi numerici, lotterie istantanee e giochi online. Il CEO ha aggiunto che le mire di espansione della società per il prossimo 2023, si estenderanno anche al Sud Africa, dove è prevista una prossima gara

Gli obiettivi di espansione a livello internazionale, non fanno perdere di vista alla società l’impegno costante verso la gestione del gioco online e le politiche di gioco responsabile. Come ha affermato Marco Durante, Sisal sta cercando di spingere molto sul digitale, oltre che per le performance positive ottenute negli ultimi 3 anni nonostante il blocco pandemico, anche per controllare meglio il comportamento dei giocatori e prevenire situazioni rischiose. 

Il settore dei giochi, come tutti gli altri settori economici, con il COVID ha dovuto implementare rapidamente i servizi offerti da remoto e, anche se i risultati post-COVID sono positivi, Sisal pensa ad ulteriori investimenti”

Durante sottolinea che la scelta di spingere sul digitale è dettata anche dalla necessità di ovviare il rischio che il giocatore "isolato" assuma comportamenti patologici. “Il trasferimento sul canale online, tramite sito ed applicazione, consente di monitorare il comportamento in tempo reale del giocatore. Con l’intelligenza artificiale e gli algoritmi siamo in grado di captare eventuali segnali di allarme per poter prevenire i comportamenti a rischio".

Per tale ragione, sul fronte imprescindibile del gioco responsabile, si attingerà alle nuove frontiere della tecnologia, con l’Intelligenza artificiale (leggi il nostro speciale), con lo studio, le attività di ricerca, il confronto con gli esperti per garantire un’esperienza ludica sempre più sana e sicura. L’impegno di Sisal in questo senso va oltre e coinvolge anche la rete dei 47mila punti vendita a livello internazionale appartenenti alla società, attraverso attività di informazione e formazione.

Secondo Stefano De Vita, da 23 anni Responsible Gaming & Market Intelligence Director di Sisal, il confronto con ricercatori ed esperti andrà a migliorare il lavoro che da sempre l'operatore italiano dedica al tema. Per questo è stato creato un Comitato di Coordinamento Scientifico con l’obiettivo di ricoprire tutti gli aspetti del responsible gaming trattati in Sisal, per creare una coscienza forte all’interno dell’azienda, e per fare in modo che l’attività sia portata avanti non solo da alcuni, ma sia condivisa da tutti.

Il tema del gioco responsabile è importante ma spesso mancano dei reali benchmark di riferimento. È fondamentale quindi costruire momenti di confronto con eccellenze esterne al nostro mondo, che possono quindi rappresentare un elemento per imparare, migliorare e capire se il processo che stiamo adottando sia corretto. Per fare questo abbiamo coinvolto, alcune eccellenze, ricercatori e nelle materie che afferiscono al tema del gioco responsabile. Questo si tradurrà in un fantastico supporto che migliora costantemente la nostra attività, perché non c’è niente di meglio di chi è non è coinvolto direttamente nel day by day per fornirci una loro visione delle attività che stiamo realizzando e comprendere se queste possano essere percepite in maniera positiva. È un’esperienza che ci sta aiutando tantissimo”, ha dichiarato De Vita.

Natalia Chiaravalloti photo

Natalia Chiaravalloti

Natalia Chiaravalloti: esperta nei processi formativi e copywriter specializzata nel settore dei giochi online. Collabora con diversi brand del gambling nella creazione di articoli e recensioni sui migliori operatori di gioco italiani e spagnoli, oltre che ad essere Head Writer di Giochi di Slots.