2020-2025: quale sarà la crescita del mercato europeo del gioco d’azzardo online

6 Dic 2020

Il gioco d’azzardo in Europa è ormai una vera e propria industria, caratterizzata da una crescita su base annua che spesso corre a due cifre. La conferma viene anche dal rapporto “Europe Online Gambling Market – Growth, Trends, and Forecast (2020-2025)” di ResearchAndMarkets.com, che ha pubblicato una ricerca sul mercato europeo del gioco d’azzardo online. Secondo le previsioni di Research And Markets, il mercato online dal 2020 al 2025 dovrebbe crescere facendo registrare un CAGR (tasso annuo di crescita composto) del 9,20%.

Si prevede che le crescenti innovazioni hardware e software e la crescente popolarità sia a livello di casinò online che di scommesse sportive, insieme a una maggiore penetrazione di Internet, guideranno la crescita del mercato europeo del gioco d'azzardo online. I grandi marchi del gambling si sono concentrati sulle fusioni negli ultimi anni, principalmente per aumentare la loro partecipazione nel mercato e migliorare i margini di profitto. Ad esempio, Paddy Power PLC e Betfair PLC si sono fusi per formare Paddy Power Betfair PLC.

Al fine di ottenere un vantaggio competitivo e competere con i colossi del gambling, le aziende stanno sviluppando offerte innovative per gli utenti. Ad esempio, nell'aprile 2019, una delle principali società di casinò del Regno Unito, 888 Holdings, - proprietaria del brand italiano 888 Casino - aveva firmato una nuova partnership di gioco con il produttore di software Microgaming.

Desktop o Laptop?

E per quanto riguarda i dispositivi? Desktop e laptop sono considerati i dispositivi più convenienti per il gioco d'azzardo online a causa delle dimensioni dello schermo più grandi. Questo fattore fornisce al giocatore la migliore esperienza di gioco online. Uno dei principali vantaggi dell'utilizzo del desktop come opzione per giocare al casinò online è che il numero di giochi da casinò mobile offerti è significativamente inferiore rispetto ai giochi desktop. C’è da sottolineare però, la crescita sempre più importante degli accessi da smartphone e tablet, fattore che influenza la domanda per il mercato del gioco d’azzardo.

Regno Unito leader del mercato

Il Regno Unito ha una tradizione davvero molto antica per quanto riguarda il gioco d’azzardo, e il suo primo posto in classifica in merito ai fatturati di settore non fa che confermarlo. I dati riportati in questo articolo sono rilasciati da EGBA, che rappresenta alcuni dei network più noti del mercato, tra cui Bet365, GVC Holdings PLC (che opera in Italia con Eurobet), Betsson Group (azienda del famoso marchio Starcasino), e molti altri ancora.

Per comprendere meglio l’importanza e l’attendibilità di tali dati, basti pensare che gli associati EGBA raggiungono da soli il 23,2% dell’intero mercato europeo. Ad ogni modo, per quanto riguarda il comparto online del Regno Unito, il suo predominio sul resto d’Europa è davvero schiacciante, visto che il Paese detiene da solo il 34,2% degli incassi totali. Parliamo di un valore di poco superiore ai 7 miliardi di giocate lorde. Nel reparto offline invece, il primato rimane praticamente irraggiungibile, dal momento la percentuale sale al 76,8% dell’intero mercato, con fatturati totali di 73,5 miliardi di euro.

Alle spalle dell'Inghilterra troviamo da anni l'Italia, altro paese leader del gambling online, ed uno dei modelli più emulati (insieme alla Gran Bretagna) dalle nazioni emergenti come Spagna, Francia, Belgio, Portogallo, Grecia e tutti i paesi scandinavi.

Situazione in Europa

Ad ogni modo, a prescindere da quale sia il dispositivo utilizzato, ciò che deve essere chiaro è che la domanda del mercato è in forte crescita, motivo per cui tra l’altro molti Paesi negli ultimi tempi si stanno muovendo per regolamentare efficacemente il settore, e offrire la maggior protezione possibile ai consumatori. Sotto questo preciso aspetto in Europa, c’è però ancora moltissimo da fare.

Nel vecchio continente infatti, manca una legislazione comune per tutti i Paesi Membri. L’UE si è solamente limitata qualche anno fa a fornire delle semplici linee guida, lasciando comunque ai Governi potere decisionale. Qualcuno di questi si è mosso nella direzione corretta, mentre altri decisamente meno. La conseguenza di questa situazione è la presenza di una serie di leggi caotiche e contrastanti, che mettono a rischio gli stessi utenti, oltre che danneggiare il settore.

Natalia Chiaravalloti

Natalia Chiaravalloti: esperta nei processi formativi e copywriter specializzata nel settore dei giochi online. Collabora con diversi brand del gambling nella creazione di articoli e recensioni sui migliori operatori di gioco italiani e spagnoli, oltre che ad essere Head Writer di Giochi di Slots.

30
Apr

Virtual Games, anche su StarCasinò sbarca la nuova frontiera del betting...

Nel 2021 il settore dei virtual games rischia di essere uno dei più produttivi per le piattaforme di betting. Ma cosa sono esattamente i Virtual Games? Si tratta della versione int...

Scritto da: Vittorio Perrone
16
Mar

Viaggio nel mondo delle VLT, l’alter ego delle slot machine...

Fino a qualche anno fa le Vlt (video lottery terminal) non erano molto diffuse in Italia. In seguito alla regolamentazione del segmento del gioco online nel dicembre 2012 (che le h...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
11
Dic

Usa, il settore del gambling è più grande dell'industria aerea...

Il settore dei giochi riveste un ruolo di primo piano per l’economia. Uno studio condotto dall’American Gaming Association, volto a studiare l’impatto del settore sull’economia deg...

Scritto da: Gennaro Donnarumma
12
Genn

Un anno di gambling al di fuori delle Alpi. I fatti più importanti del 2015...

Diamo uno sguardo all’anno appena trascorso e andiamo a vedere quali sono le vicende più interessanti che hanno caratterizzato il mercato del gambling europeo e asiatico. Da Londra...

Scritto da: Gennaro Donnarumma