PREFERITI

888 Holding trasformata dopo acquisizione William Hill

Ultimo Aggiornamento
888 Holding trasformata dopo acquisizione William Hill

888 Holding, presente nel nostro mercato con la piattaforma 888Casino e altri due portali molto famosi, ha sancito un accordo con Caesars Entertainment in relazione all’acquisto delle attività europee e britanniche di William Hill. L’acquisizione ha avuto inizio con una transazione da 2,2 miliardi di sterline avviata nel settembre del 2021 e finalizzata lo scorso luglio. Gli analisti avevano fatto una stima dei ricavi dell’azienda nei primi 6 mesi del 2022, pari ad una cifra compresa fra i 330 e 335 milioni di sterline. Adesso, dopo il primo semestre, si stanno tirando le somme effettive che si dimostrano in calo, ma lasciano ben sperare per il futuro dell’azienda.

Entrate e utili in calo del 12% e 66%, debiti per 1,8 mld: calo anche in Italia

In un recente rapporto pubblicato ad inizio agosto si è fatto il punto della performance relativa al primo semestre della 888 Holdings in concomitanza con l’acquisizione di William Hill. Le entrate sono diminuite del 12% (332,1 milioni di sterline), mentre gli utili del 66% (14,4 milioni di sterline). L’utile operativo lordo rettificato (Ebitida) è diminuito a sua volta del 29%, per una cifra pari a 50 milioni di sterline. I debiti hanno raggiunto quota 1,8 miliardi, decretati in scadenza tra un massimo di sei anni.

Secondo il rapporto questi cali sono giustificati dai costi di conformità che l’azienda ha dovuto affrontare, sommati ad un investimento nella compagnia statunitense SI Sportbook. La maggior parte dei debiti, invece, derivano principalmente dall’acquisizione di parte delle attività di William Hill.

In Italia, allo stesso modo, il gruppo ha registrato un calo del 5% delle entrate rispetto allo scorso anno a causa delle restrizioni anti-Covid che hanno imposto una migrazione quasi forzata dal comparto fisico a quello dei casinò online. Si è passati infatti dai 49 milioni di euro nel primo semestre del 2021 a 46,5 milioni di euro nel 2022.

Secondo un rapporto della H2 Gambling Capital nel 2021 il gioco d’azzardo online rappresentava il 27% del mercato totale in Italia, registrando un aumento dell’11% rispetto al 2019.

Crescita stabile nonostante concorrenza, 888 ai primi posti in UK e Spagna

Itai Pazner, ceo della 888 Holdings, ha commentato i recenti sviluppi affermando che l’acquisizione di William Hill ha apportato una trasformazione senza precedenti al Gruppo 888: “La combinazione con William Hill, che abbiamo completato poco dopo la fine del periodo, ha trasformato il Gruppo e crea basi molto solide per supportare i nostri ambiziosi piani di crescita. Questa combinazione crea uno dei gruppi di scommesse e giochi online leader al mondo con una scala superiore, una tecnologia front-end e back-end leader, una maggiore diversificazione tra prodotti, mercati e canali e un team di livello mondiale”.

Il Gruppo ha mantenuto una crescita stabile nonostante la concorrenza di Regno Unito e Paesi Bassi, sperimentando un incremento sequenziale nelle entrate online. Grazie all’acquisizione di William Hill, marchio presente anche in Italia, la 888 Holdings è diventata uno dei maggiori operatori in Regno Unito e Spagna e ha visto un aumento del reddito combinato regolamentato e tassato all'85%.

Le previsioni relative al secondo semestre stimano i futuri ricavi in linea con gli utili attuali. Pazner conclude anticipando i piani del Gruppo: “Nella seconda metà del 2022, il nostro obiettivo principale è l'integrazione, la realizzazione dei nostri piani e la promozione di una maggiore redditività in tutta l'azienda”.

Natalia Chiaravalloti photo

Natalia Chiaravalloti

Natalia Chiaravalloti: esperta nei processi formativi e copywriter specializzata nel settore dei giochi online. Collabora con diversi brand del gambling nella creazione di articoli e recensioni sui migliori operatori di gioco italiani e spagnoli, oltre che ad essere Head Writer di Giochi di Slots.