La spesa degli italiani per il gioco d’azzardo online | Infografica

mar 01

Negli ultimi 14 anni i contatti con siti pirata sono stati oltre 8 mila. Grazie all’intervento dell’ADM molte di queste piattaforme sono state chiuse.

Quasi 19.5 miliardi di euro. È questa la spesa degli italiani nell'ambito del gioco per quanto riguarda il 2019. Lo dimostra l’elaborazione dei colleghi di Agimeg sui dati del’ADM, confermando come la raccolta complessiva arrivi a 110.5 miliardi, di cui 74,1 miliardi provenienti dal gioco fisico e 36,4 miliardi dall'online. Per quanto riguarda le vincite si sono attestate a 91 miliardi di euro, di cui 56,5 miliardi dal fisico (il 76,2% di quanto giocato), e 34,5 miliardi dall’online.

I numeri continuano con un’analisi sulla spesa effettiva, pari a 17,6 miliardi per il fisico e 1,85 miliardi per l’online, mentre i benefici per l’erario sono stati di 10,6 miliardi di euro (il 55% di quanto speso), di cui 10,1 miliardi dal fisico e poco meno di mezzo miliardo dal gioco via internet.

I dati esatti del settore online nel 2019

A voler essere precisi il dato pubblicato dall'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per quanto riguarda la spesa degli italiani per il gioco d’azzardo online è di 1.853.332.084 euro. Con oltre 26 miliardi di euro di giocate complessive, i giochi come slot machine con soldi veri e casinò games rappresentano il segmento di mercato maggiore, mentre le scommesse sportive hanno incassato 7,7 miliardi in totale.

Di fronte a numeri del genere si capisce in maniera lampante come un’attività di controllo sulle azioni e sulle piattaforme illegali sia fondamentale. L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, l’ente regolatore delle attività di gioco in Italia, ha reso noto che dal 2006 a oggi siano stati inibiti 8.707 siti di offerta di giochi illegali in maniera tale da contrastare le truffe online legate al gioco d’azzardo. In questi quattordici anni di controllo e di monitoraggio il numero dei tentativi di accesso a tali siti è stato di oltre 10 miliardi. Un dato incredibilmente indicativo circa il volume delle giocate illegali, che sono state impedite grazie all’attività dell’Agenzia. “La nostra attività di contrasto a questo fenomeno molto diffuso continua senza sosta”, ha reso noto l’Agenzia, monitorata da Marcello Minenna. Eppure ancora molto resta da fare.

Innanzitutto per quanto riguarda la comunicazione con l’utente. Bisogna infatti sensibilizzare all'importanza della scelta di piattaforme e siti legali, stiamo parlando dei casinò online legali e siti di betting che in Italia sono quelli che partecipano al circuito dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con dominio in .it, e che presentano in home page il bollino di qualità e di controllo dell’ADM. Sono solo questi i siti che garantiscono vincite sicure e soprattutto tutte le misure di contrasto alle dipendenze di gioco, come l'autoesclusione e il limite giornaliero del budget, metodi che fanno parte del protocollo del Gioco Responsabile.

Basta poco, infatti, per non finire nel mare dell’illegale. Un mare in cui si naufraga sempre più spesso.